fbpx
lunedì, 25 Maggio, 2020

Utah | Vietata la terapia di conversione LGBTQ+ sui minori

Reading Time: < 1 minute

Con l’approvazione della chiesa mormone, lo stato conservatore dell’Utah vieta la terapia di conversione LGBTQ+ sui minori. Diventa così il diciannovesimo stato degli Stati Uniti ad abolire la spiacevole e vergognosa terapia.

In Utah il superamento della proposta di legge dipendeva fortemente dall’approvazione della chiesa mormone, che detiene la maggioranza nel governo e rappresenta circa i 2/3 dei residenti.

Il mormonismo è una religione che accetta la comunità LGBTQ+ nonostante si opponga completamente al matrimonio tra persone dello stesso sesso, definendo le relazioni gay un peccato.

Nel caso specifico dell’Utah, la chiesa mormone ha accettato l’abolizione della terapia di conversione sostituendola con una consulenza spirituale per i fedeli e per le famiglie. Questa decisione è dovuta anche alle conseguenze derivanti dalla sottoposizione alla terapia di conversione. Uno studio ha infatti rivelato che le persone sottoposte a questa terapia hanno maggior probabilità di soffrire di depressione, ansia e di avere pensieri suicidi.

Il divieto di sottoporre i minori alla pratica rappresenta un importante passo in avanti per gli attivisti LGBTQ+ che sperano che anche altri stati conservatori si muovano nella stessa direzione.

Related Posts

Milano Pride 2020: un ALTRO PRIDE nella forma ma non nella sostanza
L’Ungheria PROIBISCE di cambiare il genere di nascita sui documenti
Corea del Sud | il governo cerca di proteggere la comunità LGBTQ+ accusata della diffusione del coronavirus