fbpx
lunedì, Agosto 10, 2020

Ucraina | La città di Kharkiv ospita il suo primo Gay Pride

Reading Time: < 1 minute

Lo scorso 15 settembre, Kharkiv, ha ospitato il suo primo Pride a cui hanno partecipato migliaia di attivisti e sostenitori della comunità LGBTQ+. Le forze dell’ordine hanno stimato che i partecipanti alla prima parata per l’orgoglio LGBTQ+, nella seconda città più grande dell’Ucraina, sono stati circa 2.000.

Il Pride ha rappresentato uno degli eventi di maggiore successo degli ultimi anni per la comunità gay locale. Questo anche grazie all’impegno stesso degli attivisti LGBTQ+ che hanno intensificato gli sforzi per ottenere più riconoscimenti verso la parità di diritti.

Nonostante l’omosessualità sia legale ormai dal 1991 in Ucraina, la comunità LGBTQ+ locale viene spesso discriminata e subisce ancora violenze non indifferenti. Infatti anche durante la parata gli scontri non sono mancati: verso la fine della giornata alcuni manifestanti di destra si sono scontrati con la polizia. Risultato due agenti ricoverati e 17 persone arrestate.

Anche il sindaco, Hennadiy Kernes, ha cercato in tutti i modi di ostacolare la parata, addirittura minacciando azioni legali contro gli organizzatori. Così, nel tentativo di salvare il Khariv Pride, gli organizzatori hanno mobilitato una campagna nazionale e internazionale per attirare l’attenzione e per bloccare le azioni del sindaco, con già 600 iscritti.

Related Posts

La Nuova Zelanda aggiunge il genere neutro per gli elettori chiamati al voto
In Francia si dibatte sulla rimozione delle restrizioni per i donatori di sangue gay
Città del Messico vieta la terapia di conversione LGBTQ+