fbpx
sabato, Ottobre 24, 2020

Tour gay sulle tracce del film “Chiamami con il tuo nome”

Reading Time: < 1 minute

Rivivi la storia d’amore di Elio e Oliver ripercorrendo i luoghi più celebri di uno dei film LGBTQ+ più belli degli ultimi anni: Chiamami col tuo nome.

In compagnia della vostra guida gay friendly trascorrerete una giornata tra Crema, Pandino, Trescore, Capralba e Moscazzano, i luoghi simbolo dell’indimenticabile storia gay tra Elio e Oliver.

A Pandino visiterete il Monumento ai Caduti. Situato in Piazza Vittorio Emanuele e inaugurato nel 1928 in occasione del 10° anniversario della vittoria della I Guerra Mondiale, oggi rappresenta un memorial dedicato alle vittime della I e II Guerra Mondiale. Questo luogo è diventato uno dei luoghi simbolo del film.

Pandino, Monumento ai Caduti

 

A Trescore affitterete una bicicletta per poi dirigervi a Capralba ai Fontanili di Quarantina, il nascondiglio di Elio, luogo in cui trascorreva le sue giornate a leggere libri e luogo in cui i due si scambiano il primo bacio.

Da qui, in auto, vi dirigerete verso Ricengo al Laghetto dei Riflessi, un parco naturale per la tutela degli uccelli. Conosciuto come il luogo in cui Elio e Oliver nuotano ed Elio fa l’amore con Marzia, in realtà le acque del laghetto non sono balneabili.

A Moscazzano vedrete dall’esterno la Villa Albergoni, nonché la casa della famiglia di Elio dove Oliver viene ospitato. L’ultima tappa del tour si svolgerà a Crema dove visiterete la Cattedrale e i luoghi frequentati dai due ragazzi.

Il tour è stato ideato da Quiiky Tour Operator che con l’arrivo della pandemia da coronavirus ha riorganizzato il proprio prodotto con tour e soggiorni in Italia per gli italiani. Il tour “Sulle tracce del film Chiamami con il tuo nome” fa parte del prodotto “Untold History Tour”, un prodotto esclusivo di Quiiky.

Per maggiori informazioni: https://bit.ly/3mpgt0c

Related Posts

We are who we are: la nuova serie tv LGBTQ+ friendly di Sky
Un tour di Firenze alla scoperta della storia gay del Rinascimento
3 film LGBTQ+ friendly da vedere tutti d’un fiato