fbpx
giovedì, Agosto 6, 2020

Tailandia: attivisti LGBTQ+ scendono in piazza per la democrazia

Reading Time: < 1 minute

Durante la scorsa settimana, in Tailandia, migliaia di attivisti LGBTQ+ sono scesi per le strade del Paese, violando le norme anti Covid-19 per chiedere al governo di dimettersi.

L’ultima parata si è tenuta nella città di Bangkok dove centinaia di attivisti per i diritti gay hanno sfilato lungo le strade del paese sfoggiando bandiere arcobaleno con la speranza di ottenere un nuovo governo democratico che dia parità di diritti per tutti.

A riguardo, un’attivista ventunenne ha dichiarato a Reuters: “Oggi siamo qui principalmente per chiedere la democrazia. Una volta ottenuta, seguiranno anche uguali diritti. La comunità LGBT non ha ancora uguali diritti nella società, quindi chiediamo democrazia e uguaglianza”.

Attualmente, il governo tailandese è guidato dall’ex comandante Prayuth Chan-Ocha che nel maggio 2014 si è auto dichiarato Primo Ministro dopo un colpo di stato. Più tardi, nell’agosto 2014 fu eletto e quindi riconfermato presidente da un Parlamento composto principalmente da militari.

Related Posts

La Nuova Zelanda aggiunge il genere neutro per gli elettori chiamati al voto
In Francia si dibatte sulla rimozione delle restrizioni per i donatori di sangue gay
Città del Messico vieta la terapia di conversione LGBTQ+

Leave a Reply