fbpx
giovedì, Gennaio 21, 2021

Polonia | il Presidente: “la promozione dei diritti LGBTQ+ è più distruttiva del comunismo”

Reading Time: < 1 minute

In Polonia le elezioni statali si avvicinano e il Presidente Andrzej Duda, durante un discorso elettorale ha definito la promozione dei diritti LGBTQ+ un’ideologia più distruttiva del comunismo.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Prezydent RP Andrzej Duda (@prezydent_pl) in data:

 

Infatti, mentre Duda si trovava nella città di Brzeg per un comizio per la sua ri-elezione ha affermato che “LGBT non sono persone, ma solo un’ideologia” e che la generazione dei suoi genitori non ha combattuto 40 anni contro l’ideologia comunista per accettare “un’ideologia ancora più distruttiva per l’essere umano”.

In particolare, il Presidente disse che durante l’era comunista, i regimi hanno garantito la sopravvivenza indottrinando la generazione più giovane mentre oggigiorno ci sono anche tentativi di improntare su di noi e sui nostri figli un’ideologia diversa.

Sembra che per Duda e i suoi sostenitori, i diritti LGBTQ+ siano un tema cruciale nella campagna elettorale messa in atto per le nuove elezioni che si terranno a fine giugno. La scorsa settimana ha firmato una dichiarazione redatta al fine dichiarato di aiutare le famiglie che scelgono di indottrinare i loro figli in base alla “protezione dall’ideologia LGBTQ” e ha istituito il divieto di diffondere l’ideologia LGBTQ nelle istituzioni pubbliche.

 La comunità gay polacca crede che Duda stia prendendo di mira gli omosessuali per ottenere il favore della chiesa cattolica e ottenere il sostegno degli elettori conservatori prima delle elezioni.

Related Posts

In Israele essere trans non è più considerato per legge un disturbo mentale
Nicholas Yatromanolakis, il primo ministro gay della Grecia, si racconta
Repubblica Ceca: no all’adozione da parte di coppie gay