fbpx
lunedì, 25 Maggio, 2020

Polonia | 100 governi locali si dichiarano “LGBTQ free-zone”

Reading Time: < 1 minute

Un terzo della Polonia si è dichiarato “free from LGBT ideology” palesando l’intolleranza verso la comunità LGBTQ+.

Così, in quasi 100 governi locali, le autorità polacche hanno giurato di astenersi da atti che incoraggiano la tolleranza e devono evitate di sostegno finanziario alle organizzazioni non governative (ONG) che ogni giorno, lavorano per promuovere la parità di diritti.

Nel febbraio 2019, il sindaco liberale di Varsavia firmò una dichiarazione per supportare i diritti LGBTQ+ e promosse dei piani per introdurre le tematiche gay nell’educazione sessuale delle scuole di Varsavia. Ma il partito di estrema destra si oppose e lanciò l’ideologia della zona LGBTQ free.

Da quel momento l’area ha continuato crescere, in particolare, dopo che il Parlamento Europeo approvò a dicembre una risoluzione che ha fortemente condannato il concetto delle zone LGBTQ free.

Gli eurodeputati hanno invitato la Polonia a condannare fermamente le discriminazioni verso la comunità LGBTQ e di revocare le risoluzioni contro i diritti LGBTQ. Inoltre, hanno incaricato la Commissione Europea di garantire che i fondi dell’Unione Europea non vengano utilizzati a fini discriminatori.

Related Posts

Milano Pride 2020: un ALTRO PRIDE nella forma ma non nella sostanza
L’Ungheria PROIBISCE di cambiare il genere di nascita sui documenti
Corea del Sud | il governo cerca di proteggere la comunità LGBTQ+ accusata della diffusione del coronavirus