fbpx
martedì, 26 Maggio, 2020

Pier Paolo Pasolini “messo a nudo” dal fotografo Dino Pedriali

Reading Time: < 1 minute

Le ultime foto di Pasolini prima della morte

Poco prima del terribile omicidio di Pier Paolo Pasolini (Bologna, 1922 – Roma, 2 novembre 1975), il fotografo romano Dino Pedriali (Roma, 1950) realizzò alcuni degli scatti più intimi tra quelli raffiguranti il noto intellettuale italiano (forse uno dei più significativi del ‘900) per accompagnare Petrolio, romanzo uscito postumo nel 1990 che, secondo le parole dell’autore: “farà rumore questo lavoro, farò nomi e cognomi, è il mio con-tributo al vero”

Le fotografie, scattate tra Chia e Sabaudia alla fine dell’ottobre del 1975, oltre a mostrare l’artista intento a scrivere o a disegnare, mostrano anche qualcosa di più: una quotidiana e un’intimità che si vuole mettere a nudo.

Secondo quanto Pedriali dichiara, Pasolini glia aveva chiesto: “Dino fotografami nudo, mi hanno considerato scandaloso, questa volta sì che farò un’opera scandalosa. Quello che non si capisce con la parola si capirà con la fotografia”. Una nudità che si prefigura come ricerca di verità e essenzialità, esigenze da sempre alla base della poetica pasoliniana.

Nel 2011 la casa editrice Johan & Levi ha pubblicato Pier Paolo Pasolini. Fotografie di Dino Pedriali.

© Dino Pedriali

© Dino Pedriali

© Dino Pedriali

© Dino Pedriali

© Dino Pedriali

© Dino Pedriali

© Dino Pedriali

© Dino Pedriali 

 

Related Posts

Marina Abramović a Napoli dal 5 settembre
I nuovi supereroi secondo Banksy
“Festa per il compleanno del caro amico Harold” in streaming