fbpx
lunedì, Dicembre 9, 2019

Del Debbio mi ha aiutato ad avviarmi verso l’omosessualità

Stasera durante il programma “Dritto e Rovescio” in onda su Rete4 e condotto dal giornalista Paolo Del Debbio si è parlato di “miracoli e apparizioni”.

Ad un certo punto interviene una persona del pubblico, tale Riccardo Guidi, per raccontare le sue due apparizioni avvenute in periodi diversi della sua vita e a distanza di molti anni.

Lo stesso ha raccontato che, quando aveva circa 25 anni, nel pieno dei suoi bollori (così ha affermato) aveva scelto di rifugiarsi in seminario perché preso da un periodo confusionale quando un giorno, mentre triste si era seduto su delle scale vide avvicinarsi una figura angelica, un uomo alto “con un ciuffo nero, lungo, talmente bello che sarebbe potuto essere un modello”. 

Sarà stato il racconto molto sentito del protagonista, come di una persona che davvero sembrava avesse assistito ad un apparizione angelica che la curiosità di capire chi o cosa fosse era molta.

Come è stato detto da altri ospiti, ha proseguito tale Riccardo, spesso le apparizioni si manifestano tramite persone comuni e nel mio caso questa era…..Paolo Del Debbio che, poggiandomi la mano sulla testa, mi ha aiutato ad avviarmi verso la mia omosessualità facendomi sentire finalmente libero di essere me stesso.

Da subito, il racconto, seppur molto sentito e appassionato, è sembrato ironico, soprattutto per lo stile della narrazione e del fatto che paragonasse l’apparizione di Del Debbio a quello della Madonna di Ischia, di cui si stava discutendo in quel momento in studio.

A quel punto gli opinionisti hanno volto lo sguardo verso il conduttore, quasi a voler ridere con lui di quel racconto che sembrava frutto di un copione della trasmissione, ma invece c’è voluto poco a capire che era tutto vero quando si sono imbattuti nel volto palesemente imbarazzato di Del Debbio. 

A quel punto l’ospite, dietro sollecitazione del conduttore “ok va bene, concluda”, ha proseguito dicendo che la seconda apparizione era invece avvenuta di recente, quando per strada, dopo tanto tempo aveva rincontrato lo stesso Del Debbio che aveva perso di vista molti anni prima. Quest’ultimo, ancora vistosamente a disagio, ha subito lanciato la pubblicità e dopo il rientro in studio l’argomento non è stato più toccato.

Le domande che allora ci poniamo su uno dei giornalisti italiani considerati più vicini alla Lega di Salvini, sono: come mai tale disagio? In che modo ha aiutato questa persona “ad avviarsi alla sua omosessualità”? Quindi può dire che la conversione della giornalista Mediaset, prima lesbica e poi tornata etero, Ilaria dalle Palle è una fesseria?