fbpx
martedì, 21 Gennaio, 2020

Otis: il primo neonato nato con la maternità condivisa

Otis è il primo bambino al mondo nato da un embrione ospitato nell’utero di due donne

Le due donne, Jasmine Francis-Smith e Donna, hanno aderito ad un progetto sperimentale per dare alla luce il proprio bambino. Una volta fecondato l’ovulo è stato impiantato prima nel grembo di Donna e successivamente in quello di Jasmine che ha portato a termine la gravidanza.

La coppia si è affidata alla “London Women’s Clinic” che utilizza il processo “In Vivo Natural Fertilization” elaborato dalla società svizzera “Anecova SA”. Il processo consiste nel posizionamento di uno o più ovuli della madre biologica all’interno di una piccola capsula. Gli ovuli verranno poi inseriti nel grembo di quest’ultima che fungerà da incubatrice. Successivamente, verranno estratti e inseriti nel grembo dell’altra madre.

Così, grazie alla maternità condivisa, due mesi fa è nato Otis e le due madri non potrebbero essere più felici. Jasmine ha dichiarato: “L’intero processo è stato un’esperienza fantastica, abbiamo ottenuto tutto ciò che desideravamo” – “Ci ha fatto sentire alla pari e ci ha avvicinato emotivamente. Siamo una vera famiglia”.

Related Posts

Cambogia | Nelle scuole educazione al mondo LGBTQ+ per affrontare le discriminazioni
Finlandia | Sanna Marin, figlia di due madri, è la premier più giovane al mondo
Giordana Angi si confessa in esclusiva a QMagazine