fbpx
mercoledì, Agosto 12, 2020

NBA sposta All-Star Game a New Orleans perché più gayfriendly

Reading Time: < 1 minute

La NBA ha deciso di spostare gli All-Star Game da North Carolina a New Orleans, perché si tratta di un posto più gayfriendly.

La NBA ovvero la National Basketball Association americana ha annunciato che per il prossimo 2017 non disputerà più gli All-Star Game in North Carolina, ma nel New Orleans che ha una politica esplicitamente più inclusiva e non discriminante nei riguardi della comunità Lgbt.

Nel 2015 il sindaco di New Orleans, Mitch Landrieu, in un tentativo di contrastare una legge anti-Lgbt promossa dal governatore Bobby Jindal, ha emanato una propria legge a favore della comunità Lgbt per proibire qualsiasi discriminazione in ambito lavorativo, domiciliare e pubblico.

“La politica di New Orleans, esplicitamente non discriminante verso le persone Lgbt, assicurerà protezione e salvaguardia da ogni tipo di discriminazione a tutti gli impiegati NBA, giocatori e fans che parteciperanno agli All-Star Game”, ha commentato Chad Griffin, presidente della Campagna per i Diritti Umani, che ha poi continuato dicendo che questa potrebbe essere una opportunità per il North Carolina di rivedere la propria politica e rimediare alla diffusa reputazione discriminatoria.

Related Posts

Charlie Puth Warner Alex Molla
Charlie Puth il nuovo singolo “Girlfriend”
Osvaldo Supino Global Pride Osvaldobrands Alex Molla
Osvaldo Supino rappresenterà l’Italia al Global Pride 2020
DJ Matrix e Cristina D'AvenaFaccio La Brava_cover_b Sony Music Alex Molla
DJ Matrix e Cristina D’Avena “Faccio la brava” il tormentone estivo 2020!