fbpx
venerdì, Agosto 7, 2020

Montenegro, il primo paese dei Balcani a riconoscere le unioni civili LGBTQ+

Reading Time: < 1 minute

Il Montenegro ha legalizzato ufficialmente le unioni civili tra coppie dello stesso sesso, aggiudicandosi lo status di primo Stato tra i Balcani a compiere tale azione a favore dei diritti LGBTQ+. La legge in questione era stata respinta dall’Assemblea del Montenegro nel luglio 2019, ma finalmente a distanza di un anno ha ottenuto la maggioranza con 42 voti a favore e 39 contrari.

A riguardo, il Presidente Milo Đukanović ha dichiarato tramite un post Twitter: “Il Montenegro è ad un passo dall’unirsi alle democrazie più sviluppate del mondo! Con l’adozione della legge sulle unioni civili tra persone dello stesso sesso, il Montenegro, per la prima volta, disciplina i diritti legali delle coppie dello stesso sesso.

Una conferma che la nostra società sta maturando, accogliendo e vivendo le diversità. Nati liberi e uguali in dignità e nei diritti!


 

Anche John Barac, direttore esecutivo del gruppo “LGBT Forum Progres” ha affermato: “È davvero straordinario! Questo è un grande giorno per tutti noi”.

La legge in questione è approvata anche per avvicinarsi ai requisiti richiesti per entrare a far parte dell’Unione Europea in materia di diritti per i gruppi minoritari.

Related Posts

La Nuova Zelanda aggiunge il genere neutro per gli elettori chiamati al voto
In Francia si dibatte sulla rimozione delle restrizioni per i donatori di sangue gay
Città del Messico vieta la terapia di conversione LGBTQ+