fbpx
mercoledì, Luglio 24, 2019

Mete LGBT: le 10 destinazione top da non perdere

Siamo arrivati in quel periodo dell’anno in cui c’è bisogno di preparasi all’estate e urge scegliere la prossima destinazione per il nostro viaggio verso una meta LGBT. Oramai sono molte le destinazioni che sono aperte a un turismo friendly, com’è giusto che sia. Poche però sono veramente attrezzate per rispondere a tutte le esigenze di un turismo arcobaleno, che cerca arte, cultura, ma anche tranquillità  e il giusto divertimento. Non solo mare e salsedine ma anche molte capitali europee, in estate, sono perfette per una breve vacanza. In merito abbiamo selezionato 10 mete LGBT da non perdere, consigliate a chi cerca una vacanza diversa dal solito.

 

10.Parigi

È la capitale dell’amore una delle mete LGBT preferite  dai turisti, rinomata per le sue dimostrazioni di tolleranza verso le diversità di genere. In un mix di antico e moderno, Parigi e tutta la Francia, rappresenta un universo da scoprire. Perché c’è storia, cultura, gastronomia e anche mare e relax. Un mix perfetto.

 

9.Berlino

Attualmente è considerata una delle mete più LGBT d’Europa. Berlino Di mattina è una città da visitare con tutti i suoi musei e le strade iper-moderne, di sera la vita notturna è da non perdere. Sono molti i pub e i club che aprono le porte al turismo arcobaleno. Le guide consigliano la visita del quartiere di Schonerberg in cui la movida è decisamente più attiva.

 

8.Brasile

Dal 2009 è considerata la meta friendly più richiesta di tutta l’America Latina. Soprattutto Rio de Janeiro è diventata una delle capitali più tolleranti con opportunità di divertimento senza limiti nelle zone di Pocacabana e Ipanema. Ma c’è anche sole e relax per chi vuole fuggire dalla vita notturna.

7.Australia

È ancora una terra inesplorata. Conta spiagge di sabbia finissima e uno stile di vita molto diverso rispetto a quello europeo. Come tutte le capitali, Sidney ha una spiccata apertura per il turismo LGBT. Non solo perché proprio nella Capitale dell’Australia si svolge ogni anno uno dei Pride più celebri al mondo, ma soprattutto per via di una cultura aperta alla tolleranza e alla diversità. Sidney ma anche Mellbourne, non si pongono limiti in merito al tipo di turismo. Consigliata in tutti i periodo dell’anno.

 

6.Canada

Di per sé è già uno stato liberale, e ha una comunità gay molto attiva in parate e lotta per i diritti civili. Toronto resta una delle tre città più belle e dense di attività. C’è la modernità, ma anche un’attenzione alla salute e una curiosità verso le culture indio-europee. La capitale del Canada resta una meta da non perdere, è una città cosmopolita a tutti gli effetti.

 

5.Messico

Vanta ancora qualche pregiudizio verso il turismo LGBT, ma dal 2003 grazie a una legge che non discrimina le minoranze sessuali, è una meta molto friendly. Pecca nella vita notturna ma, su spiagge e arcipelaghi, non ha  eguali. Le guide consigliano di visitare sia Cancun che Talun.

4.Spagna

È un evergreen ormai trovare la Spagna, con la sua cucina e le tradizioni, come meta di turismo LGBT. Da sempre estremamente liberare, Madrid resta la capitale più arcobaleno d’Europa. Anche l’entroterra offre comunque il giusto mix di storia, relax e divertimento per una vacanza adatta a qualsiasi tipo di turismo.

 

3.Croazia 

Guadagna terreno la Croazia che, nel giro di un paio di anni, è diventata una meta molto apprezzata per il turismo LGBT. Il mare e le spiagge sono ancora incontaminate e la vita ha costi ragionevoli. Oltre a essere una terra intrisa di storia, conta più di 100 isolette in cui è possibile ammirare le bellezze locali. Una terra consigliata ai veri avventurieri.

 

2.Grecia

Soprattutto le isole di Mykonos, Santorini e Skiatos, restano le perle del divertimento per gli estimatori della Grecia. Da sempre liberale, fin dai tempi antichi, da anni ha acuito la sua attenzione per il turismo etero a soprattutto LGBT. Spiagge, sole, mare e divertimento, con un occhio al portafoglio. Le isole greche sono un punto d’incontro per la comunità arcobaleno.

 

1.San Francisco  

Non a caso è una delle città più friendly degli Stati Uniti, con una fiorente comunità che, quotidianamente, lotta contro le discriminazioni. Celebre per la parata che attraversa le vie storiche della città, Il quartiere di Castro è l’epicentro della movida LGBT. Una città con un estremo valore per il turismo che crede strenuamente nell’integrazione e nei diritti civili.

 

Related Posts

Mykonos
Mykonos è la meta ideale per la tua vacanza LGBT. L’isola della Grecia come paradiso arcobaleno
Malta
Malta è la tua prossima meta friendly. Un’isola dalla bellezza immortale
10 giorni di eventi. Ecco cosa tutto quello che c’è da sapere sulla Milano Pride Week