fbpx
mercoledì, aprile 17, 2019

Massachusetts come meta LGBT per le tue vacanze: in America è lo Stato che quantifica la parola libertà

Da sempre il Massachusetts è lo Stato americano più liberale. Uno fra i primi che ha tollerato la diversità di genere, di religione e di sesso. E, in quanto a turismo LGBT, ha molto da offrire. Il Massachusetts è arte, cultura, storia e ovviamente anche movida, grazie alle sue città sofisticate e i villaggi pittoreschi  (di  mare e di collina). Proprio il turismo arcobaleno oggi ha una valenza più. Approvato dalla Camera dei Rappresentanti dello Stato il 13 marzo e con il via libera del Senato, il governatore Baker ha siglato la legge che vieta le terapie riparative sui minori. Lo Stato del Massachusetts è il sedicesimo che mette a bando un folle attacco verso i diritti umani dei minori e delle famiglie stesse. Oltre a questa legge che è già storia, è stato anche il primo a legalizzare il matrimonio fra persone delle stesso sesso.

Fra le città che sono un must per il turismo omosessuale c’è Boston, celebre per la sua vibrante e accattivante vita notturna. Una città che unisce vecchio e nuovo e, su questo binomio, ha fatto la sua fortuna. Proprio a Boston si celebra uno dei più grandi Gay Pride dello Stato, ed è famoso e il “Boston Gay e Lesbian Film Festival”. La città possiede anche uno dei cori arcobaleno più grandi della comunità LGBT. Poco distante da Boston c’è la città di Provincetown, considerata da Travel Out, una delle location gay più belle di tutta l’America.

Ma il Massachusetts è anche divertimento oltre che storia e visite guidate. Proprio la città di Provicentown, offre molteplici opportunità per la comunità, tipici soprattutto durante il periodo estivo. Come il famoso Carnevale, il Woman’s Week e la parata del 4 luglio che si tinge di tutti i colori dell’arcobaleno. Essendo una città di mare è perfetta soprattutto in estate ma, anche durante i mesi freddi, conserva il suo fascino. Più nell’entroterra c’è da segnalare il Berkshires. La città di Northampton è una comunità molto tollerante in cui, l’omonimo collage, conta una delle più grandi comunità lesbo del paese e, come per Boston, è famosa anche per il Pride che si svolge nel mese di Marzo e riscuote, di anno in anno, molto successo.

Da quello che si evince, lo Stato del Massachusetts è all’avanguardia, è al passo con i tempi, riesce a convivere sia con l’antico che con il moderno, ma soprattutto conosce l’essenza stessa della parola libertà. La legge che vieta le terapie riparative è illegale anche nello stato di Washington, Maryland, Hawaii, New Hampashire e Dalaware, dal 2019 lo sarà anche New York. Anche se non sembra, l’America è ancora la terra delle opportunità.

 

Related Posts

QMagazine, la vera perfezione per l’uomo, consiste non in ciò che ha, ma in ciò che egli è
Il turismo italiano LGBT: le 5 mete top da visitare
Il Giappone: la meta gay-friendly che non ti aspetto. Un viaggio fra tradizione e cultura senza barriere
QMagazine
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: