fbpx
giovedì, Luglio 18, 2019

Lo sguardo sull’amante. Un dipinto di Giovanni Lanfranco

L’uomo nudo con gatto di Giovanni Lanfranco

Il dipinto di Giovanni Lanfranco (1582 – 1647) – importante pittore barocco italiano che operò tra Parma, Roma e Napoli – rappresenta un uomo nudo di spalle che, girandosi, guarda lo spettatore, mentre tocca un gatto screziato di bianco e di nero, forse appena arrivato sul letto.

Raro esempio di nudo maschile in quanto tale, è stato da alcuni considerato un autoritratto del pittore, o ancora come un dipinto commissionato dall’amante dell’uomo ritratto. Il letto è disfatto, gli occhi lucidi e le gote rosse dell’uomo suggeriscono una certa rilassatezza. La presenza dell’animale, che l’uomo avvicina a sé, ha indotto a pensare che si tratti comunque dell’espressione di un legame intimo tra l’uomo e il gatto, visto come personificazione dell’amante, tipico come attributo di una figura muliebre in un ritratto, e non solo del Rinascimento e nel Barocco.

Negli ultimi anni è stata avanzata l’ipotesi che si tratti di un’opera dichiaratamente omoerotica, frutto soprattutto della volontà di un committente emancipato e facoltoso nel quale è più probabile riconoscere un uomo anziché una donna (come già è stato erroneamente fatto a proposito di Cristina di Svezia, che certo non commissionò il dipinto, bensì semplicemente lo acquistò e lo conservò nel Palazzo Farnese di Roma dove abitò a partire dal 1656).

Ben poco si conosce comunque della storia originaria del dipinto (Walpole Gallery di Londra), soltanto che è stato datato intorno ai primi anni Venti del Seicento, quando il pittore si trovava a Roma impegnato in importanti opere per il papa. Un’ipotesi suggestiva, ma senza nessuna base documentaristica, vede il dipinto come parte di una coppia di quadri. Il quadro che non conosciamo potrebbe svelare importanti dati per la comprensione del soggetto, ma purtroppo questa è solo un’ipotesi.

Related Posts

“Il nudo maschile nella fotografia e nella moda” di Leonardo Iuffrida
Jean Auguste Dominique Ingres a Milano
Antonello da Messina a Milano