fbpx
mercoledì, Gennaio 27, 2021

LGBT Foundation vittima di una lettera fraudolenta circolata sui social

Reading Time: 2 minutes

L’organizzazione benefica LGBT Foundation che da quasi 40 anni fornisce consulenza e supporto alla comunità LGBTQ+ del Regno Unito, è stata vittima di una lettera fraudolenta diffusa ampiamente sui canali social.

In particolare, il 30 dicembre 2020, su Twitter è stata condivisa una lettera con carta intestata LGBT Foundation in cui la stessa organizzazione ringraziava il National Unity Platform, un partito politico dell’Uganda, per la promessa di sostenere e proteggere le persone LGBTQ+ del loro Paese. La lettera parlava anche di una donazione di 10 milioni di dollari a questo partito politico del tutto falsa.

 

Ecco cosa citava la lettera fraudolenta: “LGBT Foundation è grata per la vostra promessa di sostenere e proteggere le persone LGBT in Uganda. Riconosciamo il vostro aperto sostegno verso la nostra gente e siete l’unico partito in Uganda che si è esplicitamente impegnato a sostenere il nostro programma. LGBT Foundation ha ricevuto diverse relazioni su come in Uganda i gay vivono in stato di paura estrema a causa dell’intolleranza del regime attuale. Lavorando con i nostri partner negli Stati Uniti, LGBT Foundation ha inviato 10 milioni di dollari attraverso la fondazione di Barbra Kyagulanyi, Caring Hearts Uganda, per sostenere gli attivisti del vostro partito”.

LGBT Foundation ha risposto lo scorso lunedì negando l’intero contenuto della lettera e affermando che essendo un’associazione benefica non è affiliata in nessun modo ad alcun partito politico. Inoltre, dopo essere stata contattata da diversi componenti della comunità LGBTQ+ ugandese in cerca di aiuto, l’organizzazione ha rilasciato i nomi di altre associazioni a cui rivolgersi perché purtroppo loro non hanno abbastanza risorse per farlo.