fbpx
lunedì, Dicembre 9, 2019

La macchina tritacarne del sospetto: “Il Principio di Archimede” di Josep Maria Mirò a Roma

Lo Spazio Diamante ospita un’opera che riflette sui nuovi meccanismi contemporanei della società

 

Lo Spazio Diamante di Roma presenta lo spettacolo “Il Principio di Archimede” del drammaturgo catalano Josep Maria Mirò, un testo pluripremiato già messo in scena in diverse città del mondo.

La storia, attuale e quanto mai delicata, ruota intorno a un sospetto, quello dei genitori dei bambini di una piscina nei confronti di uno degli istruttori, che forse è stato troppo affettuoso con uno dei suoi allievi.

La verità? La verità non è mai così univoca come si crede…

Tra flashback e dubbi dipananti la narrazione incalza poderosamente fino a un finale inneggiante a una pietà disperata degno di una tragedia greca.

Su tutti emerge l’interpretazione di Monica Bauco, la direttrice della piscina che cade vittima di un terribile dualismo: un possibile scandalo che potrà coinvolgere la sua attività, così come un passato che è per lei il luogo del ricordo e del dolore.

 

IL PRINCIPIO DI ARCHIMEDE

di Josep Maria Miró

traduzione e regia Angelo Savelli

con Giulio Maria Corso, Monica Bauco, Riccardo Naldini, Samuele Picchi

 

Roma, Spazio Diamante

via Prenestina 230

da giovedì 7 a domenica 10 marzo e da giovedì 14 a domenica 17

(feriali ore 21.00; festivi ore 17.00)

www.spaziodiamante.it

06 6794753

 

Related Posts

Cristina Leo: PRIMA assessora transessuale in Italia
I Tesori del Cuore: uno spettacolo dove la diversità diventa bellezza
HAIR | The Tribal Love-Rock Musical