fbpx
giovedì, Ottobre 17, 2019

Il Festival Musicale “Coachella 2019” finalmente in streaming.

Choachella 2019, per la prima volta entrambi i weekend in streaming, mentre le donazioni di Philip Anschutz continuano a far discutere.

Per la prima volta dal suo esordio, il “Coachella Music and Art Festival” verrà trasmesso integralmente in streaming, con la possibilità di vedere a distanza, entrambi i weekend, il 12-14 aprile e il 19-21 aprile nei quali si terrà la rassegna.

Mentre fino allo scorso anno, era reso disponibile online solo il primo fine settimana di Coachella.

La novità arriva poco dopo l’annuncio della “line-up” della prossima edizione del festival musicale, il più importante d’America, che vedrà Childish Gambino, i Tame Impala e Ariana Grande, calcare il suo palco in veste di headliners.

Intanto, il capo del colosso dell’intrattenimento dal vivo “AEG Live” la cui sussidiaria “Goldenvoice” sta dietro all’organizzazione del Coachella Philip Anschutz, continua a far parlare di sé.

L’imprenditore era già finito nel mirino di molti affezionati del festival, ma non solo, per le ingenti donazioni che in passato aveva destinato a gruppi che promuovevano la discriminazione di genere, negavano il cambiamento climatico o erano, in generale, molto vicini ad alcune delle istanze più intransigenti della destra statunitense.

L’anno scorso ha destinato 1 milione di dollari al fondo “LGBT dell’Elton John AIDS Foundation“, in nome della “libertà di tutte per persone di vivere la loro vita pacificamente, senza le interferenze di nessuno”.

Ebbene, il magazine di musica newyorkese Spin ha fatto una verifica.

Attraverso il portale Open Secrets, in attesa del debutto del Coachella 2019.

Delle ultime donazioni, quelle dell’anno appena trascorso dell’uomo d’affari tra i più ricchi del mondo, si è notato che che Anschutz ha effettivamente smesso di finanziare i gruppi di destra più estrema, limitandosi a elargire donazioni al solo partito repubblicano e ai singoli gruppi ad esso legati.

Per il momento insomma, fa notare Consequence of Sound, le organizzazioni che presentano l’omosessualità come “una perversione satanica”, dovranno fare a meno dei soldi di Anschutz.

 

Ecco l’elenco completo degli artisti che vi parteciperanno:

Al californiano Empire Polo Club di Indio si esibiranno come headliners Childish Gambino, i Tame Impala e Ariana Grande. Tra gli altri nomi presenti in cartellone ci sono Solange, Janelle Monáe, Aphex Twin, Billie Eilish, 1975, Anderson, Paak, Kacey Musgraves, Kid Cudi, Weezer, CHVRCHES, Gesaffelstein, Christine and the Queens, Mac DeMarco, Maggie Rogers, Blood Orange e Jaden Smith.

Ma anche J Balvin, Bad Bunny, Khalid, Pusha-T, Jon Hopkins, Rosalía, Charlotte Gainsboug e diversi altri.

Grande escluso della kermesse, il rapper e produttore Kanye West, che avrebbe dovuto essere, secondo le anticipazioni di qualche giorno fa, tra gli headliners dell’evento.

La voce di “Jesus Walks” non sarà invece della partita per il mancato accordo su questioni relative alle caratteristiche del palco che avrebbe dovuto accoglierlo.

Stando a quanto riferito dalla statunitense “TMZ“, la prima testata a scrivere del dietro front del rapper, si sarebbe rifiutato di esibirsi sul tradizione palco di 12×18 metri, ritenendolo artisticamente limitante”.

Davanti all’impossibilità degli organizzatori di andare incontro alla richiesta di Kanye West entrambe la parti avrebbero stabilito di rendere nullo l’accordo.I biglietti per il Coachella 2019 sono già in vendita sui migliori portali di biglietti e sono quasi tutti esauriti.

Dal “ParTer” dei partecipanti, non ci saranno colpi di scena come quello del 2015!

Rimane comunque un grande festival che da visibilità agli artisti in tutto il mondo.

 

Related Posts

EMMA “Fortuna” è il titolo del nuovo album di inediti
Ed Sheeran ed il nuovo divertente video “South of the Border”
Becky G il suo primo album “Mala Santa”