fbpx
lunedì, 27 Gennaio, 2020

Giorgia e Virginio contro il ministro Fontana

I cantanti Giorgia e Virginio sono sconcertati dalla frase del ministro Fontana

A pochi giorni dalla formazione del nuovo governo, il neo ministro della famiglia ha scatenato un polverone con la sua considerazione sulle famiglie omosessuali. Infatti Fontana sostiene che “le famiglie gay non esistono”. Già molti personaggi pubblici si sono schierati contro l’affermazione del ministro, tra gli altri  Ermal Meta e Tiziano Ferro. Oggi si aggunge  Giorgia che è intervenuta su Twitter sotto ad un post di Aureliano Verità, giornalista per Il Fatto Quotidiano. Quest’utimo è stato attaccato da un utente che si è esposto a favore delle affermazioni di Fontana. L’utente sostiene che la famiglia prevede una mamma e un papà e afferma che “l’amore non basta per fare una famiglia, io amo il mio cane ma non siamo una famiglia”. Giorgia ha commentato la frase sostenendo che “L’amore basta e avanza per fare una famiglia, anima-li compresi, anima, quello che manca per comprendere gli altri”. 

Oltre Giorgia, poco fa si è aggiunto anche Virginio, tra i personaggi famosi italiani sconcertati dalla frase del ministro Fontana. Il cantante ha detto: “quando penso alla mia famiglia non penso a mia madre o a mio padre, ma persone chiamano persone. Pensi, ministro fontana, che me l’hanno insegnato proprio loro. Loro che sono etero!”

Related Posts

“Sanremo 2020” ecco l’elenco di tutti i partecipanti, con alcune indiscrezioni
La cantautrice Giordana Angi in gara al 70° Festival di Sanremo
“Concerto del Cuore” l’evento benefico di “GSD Foundation”