fbpx
lunedì, Dicembre 9, 2019

Giordana Angi si confessa in esclusiva a QMagazine

Giordana Angi confessa: “Trovo assurdo che nel 2020 ci sia ancora chi giudica un amore diverso solo perché omosessuale”

Giordana Angi, cantante e autrice diventata famosa al grande pubblico per aver partecipato all’ultima edizione di Amici di Maria De Filippi, sogna di partecipare al prossimo Festival di Sanremo e grazie all’amore e alla libertà di amare chi si ama, proprio come ha fatto lei, oggi è una donna felice e non nasconde la sua omosessualità, anzi, la canta nel nuovo disco “Vorrei essere tua”.

© Francesco Prandoli

Com’è stato il tuo percorso ad Amici?

In realtà è quello che poi dico anche a dei ragazzi che vogliono provare a fare quello che sto provando a fare io è che quando qualcosa fa parte della tua vita non è un lavoro, perché non lo sarà mai, per me la musica è un valore assoluto che prescinde dalla classifica perché lo farei comunque. Sicuramente ho avuto dei momenti difficili ma tutti i no e le porte chiuse in faccia non mi hanno mai demoralizzata. Ho lavorato anche come animatrice e in un call center ma non ho mai smesso di sognare la musica, è grazie alla scrittura che ho capito che la mia vita è una bella vita.

Com’è il tuo rapporto con Alberto Urso, il vincitore di Amici?

Sto bene con lui, è solare e l’amore per la musica ci accomuna tantissimo. Siamo amici e per lui, che è un musicista eccezionale, non avrei mai pensato di poter scrivere un brano, cosa che ho fatto.

Amici ti ha dato tanta popolarità, ti sei chiesta come mai sei cosi amata?

Mi stupisco ogni giorno del bene che mi vuole la gente e in questo la tv è stata fondamentale perché Amici ti permette di farti conoscere. Mi ero imposta di essere me stessa, nel bene e nel male, e credo che questo abbia fatto si che le persone da casa abbiano imparato a conoscermi veramente e me ne accorgo quando le guardo negli occhi, sento che mi conoscono davvero.

Pensi a Sanremo? Ci andresti?

Sì! Ci penso perché Sanremo è un palco importantissimo e si, un mio brano pronto c’è già!

Se dovessi andare a Sanremo, chi ti piacerebbe portare nella serata dei duetti e con quale brano?

Sicuramente una delle canzoni che più mi ha colpito è “Stiamo dove stiamo” di Mia Martini e Loredana Bertè e riproporrei questo brano in duetto proprio con la Bertè.

Tiziano Ferro ha creduto in te da subito, che rapporto hai con lui?

Lui è sempre molto carino con me. È stato un onore sin dall’inizio per me sapere che lui ascoltasse i miei brani e non solo, ho anche scritto alcune canzoni per lui che saranno nel suo nuovo album.

E Laura Pausini?

L’ho conosciuta ad Amici ed è li che mi ha chiesto di scrivere una canzone per lei. L’ho scritta e se la sentirete nel nuovo disco vorrà dire che le è piaciuta.

Il tuo nuovo disco si intitola “Vorrei essere tua” a chi ti riferisci?

L’istinto è quello di dedicare una canzone alla persona che amo.

Nel brano “Sempre pronti a giudicare” si intuisce che tu sia stufa di chi giudica anche un amore che per alcuni ritenuto “diverso”?

Spesso non si conosce e si giudica. Si vede un amore diverso e si giudica. Trovo assurdo nel 2020 parlare ancora di omosessualità, ma in alcune realtà questo è ancora un problema e mi sento in dovere di prendere una posizione in merito.

C’è un tema portante nel disco?

In realtà è l’amore che unisce tutte le canzoni. Mi sono resa conto di quanto sia importante per ogni individuo avere un rapporto a due. Quasi come se nel rapporto di coppia si riuscisse ad essere se stessi. Innamorandomi, è come se in me fossero esplosi mille colori da vivere attraverso il sentimento che poi è l’amore, banalmente è l’amore.

Quando non sei impegnata in tv e sul palco come ami trascorrere la giornata?

Amo alzarmi presto la mattina e andare a correre, mi aiuta a rilassarmi. Leggo, tanto, e mi prendo cura delle piante. Quando ho qualche giorno libero vado in campagna, lontana dal caos, e mi prendo cura di me.

Riesci a dedicare anche tanto tempo all’amore?

Si, l’amore è importante. Siamo tutti bisognosi di questo.

Pensi mai al matrimonio, ti sposeresti?

Perché no, sarebbe bello!

Tu sei felice?

Sì, molto e questo mio stato è dato dalle soddisfazioni che sto avendo in questo periodo. Quando sei sereno con te stesso riesci anche ad amare qualcun altro in maniera ancora più ampia.

Antonio Palmantieri

© Jamie Robert Othiend

Scopri di più nella nuova edizione Autunno/Inverno 2019-20 di QMagazine, la prima rivista italiana a tematica LGBTQ+ friendly. SCARICALA ORA: https://bit.ly/2NOfOWN

Related Posts

Otis: il primo neonato nato con la maternità condivisa
Bacio gay
Amore LGBT: come farsi avanti con un ragazzo quando si è insicuri del suo orientamento?
Bolle di sapone: il nuovo libro a tematica LGBTQ+ di Marcobalto

Leave a Reply