fbpx
lunedì, Luglio 13, 2020

Georges de La Tour al Palazzo Reale di Milano

Reading Time: < 1 minute

A Milano la prima personale del pittore francese in Italia

I dipinti di George de la Tour ( (Vic-sur-Seille, 1593 – Lunéville, 1652) stupiscono ancora oggi per la loro struttura compositiva apparentemente semplice e per gli straordinari effetti luministici prodotti dalla rappresentazioni di fonti dirette di luce come candele e tizzoni accesi che emergono nell’oscurità dei suoi notturni.

Ventisei prestatori internazionali da tre continenti per un affascinante viaggio nella pittura del ‘600 che, inoltre, metterà a confronto i dipinti di George de la Tour con quelli dei contemporanei: Gerrit van Honthorst, Paulus Bor o Trophime Bigot, verso una rilettura più aggiornata di quelle che, ancora, vengono troppo superficialmente definite soltanto “scene di genere”.

 

George de la Tour. L’Europa della luce

a cura di Francesca Cappelletti

7 febbraio – 7 giugno 2020

Palazzo Reale di Milano

www.palazzorealemilano.it

Georges de La Tour (studio). L’educazione della Vergine, 1650 ca., olio su tela 83.8 x 100.3 cm, The Frick Collection New York U.S.A.

Georges de La Tour_La rissa dei musici_The J. Paul Getty Museum_Los Angeles HQ

Georges de La Tour. Pagamento dei debiti, olio su tela, 99 x 152 cm, Lviv National Art Gallery, Lviv, Ucraina

Georges de La Tour. Giobbe deriso da sua moglie, 1650 ca olio su tela 145 x 97 cm, Musée départmental d’Art ancien et contemporain Epinal, Francia

Georges de La Tour. I giocatori di dadi, 1650 – 1651, olio su tela 92.5 x 130.5 cm, Preston Park Museum and Grounds, Stockton-on-Tees, U.K.

Related Posts

Da ottobre alla Fabbrica del Vapore di Milano: “Frida Khalo. Il Caos Dentro”
Albrecht Dürer si ritrae nudo nello studio
Paul Cadmus, il pittore scandaloso