fbpx
mercoledì, Novembre 20, 2019

George Michael ed il singolo inedito, una grande sorpresa per tutti noi

“This Is How (vogliamo che tu ti sbalzi)”, registrato durante le ultime sessioni in studio di George, è il primo materiale originale che è stato condiviso dal 2012. La canzone, un classico di George Michael con un ritmo funky, è stata registrata all’Air Studios a Londra e finalizzati alla fine del 2015. Il testo, scritto esclusivamente da George, racconta i mali della società con la caratteristica miscela di umorismo e autoironia tipica della pop star inglese.

Il singolo accompagna perfettamente la scena finale di “Last Christmas”, la nuova commedia romantica della Universal Pictures, ispirata all’omonimo successo di Wham! Il film è diretto da Paul Feig (Bridesmaids) e co-scritto da Emma Thompson, con Emilia Clarke (Game of Thrones), Henry Golding (Crazy Rich Asians), Michelle Yeoh ed Emma Thompson stessa. Thompson aveva incontrato George nella sua casa a nord di Londra, nella primavera del 2013, per parlare della sceneggiatura. L’attrice ha quindi sviluppato varie versioni della storia prima dell’improvvisa morte di Michael nel Natale 2016.

Nella primavera del 2018, dopo aver discusso quali canzoni sarebbero state incluse nel film, Emma Thompson aveva un’anteprima esclusiva di quattro brani inediti di George Michael. Fin dall’inizio l’attrice si è innamorata di “This Is How (We Want You to Get High)”, in particolare per il testo che riflette i temi centrali del film.

Il film “Lo scorso Natale”, definito dal regista Paul Feig come “una lettera d’amore a George”, sarà il 14 novembre nelle sale italiane. La colonna sonora, che contiene tre tracce Wham! e dodici canzoni della carriera solista di George Michael, saranno disponibili dall’8 novembre.

Grazie a Polydor Universal Music.

Alex Molla  

 

Related Posts

La classifica di Billboard con i 125 Artisti più grandi della storia della musica.
Taylor Swift il nuovo singolo “Beautiful Ghosts”
Il nuovo singolo di Ricky Martin con Residente e Bad Bunny “Cántalo”