fbpx
sabato, Settembre 21, 2019

Gay dovete morire: ultima aggressione omofoba a Milano

Ultima aggressione omofoba a Milano proprio durante la giornata contro l’omofobia

Edoardo Pucci 50 anni residente a Milano in viale Carlo Espinasse è il responsabile dell’ennesima aggressione omofoba. Qualche giorno fa il 50 enne indossando un passamontagna e armato di una sega ha inseguito un suo vicino di casa,  Igor C. web designer 44 anni, con l’obiettivo di ferirlo. Il motivo dell’aggressione sarebbe l’omosessualità di Igor. Infatti il Pucci già nel passato aveva più volte inveito contro il povero web designer urlandogli contro che gli omosessuali «devono crepare». Il fatto è avvenuto venerdì sera, intorno alle 20, proprio verso il tramonto della giornata mondiale contro l’omofobia. Igor non ha reagito, è scappato in strada mentre l’aggressore è tornato in casa continuando a urlargli offese a sfondo sessista. Poco dopo sono arrivati i carabinieri del nucleo Radiomobile che hanno ricostruito la vicenda e si sono presentati nell’abitazione del 50enne, il quale non ha potuto negare l’accusa perché sul tavolo dell’ingresso c’erano ancora il passamontagna e la sega.

foto copertina da pixabay

Related Posts

L’omofobia in aumento nei paesi dove non esiste il matrimonio tra persone dello stesso sesso
Ana Brnabic | Il primo ministro della Serbia proibisce la fecondazione assistita per le donne lesbiche
POLONIA| IKEA licenzia un dipendente anti-LGBTQ+