fbpx
venerdì, Novembre 27, 2020

Destinazioni: le 5 mete per una luna di miele dalle tonalità arcobaleno

Reading Time: 2 minutes

Per le coppie di neo-sposi non è facile scegliere le destinazioni adatte per la propria luna di miele. Si cerca sempre il luogo più romantico, quello che miscela relax, divertimento e anche un po’ di cultura. E, soprattutto, non è semplice scendere a compromessi con il proprio partner. Per ovviare al problema, abbiamo selezionato per voi 5 destinazioni gay o gay-friendly per una luna di miele che soddisfi tutte le esigenze. Secondo la rivista “Travel Out”, le capitali europee, il Canada e le città extra-continentali sono perfette per un turismo variegato, c’è arte, cultura, buon cibo e anche tanto sano relax.

 

5.Uruguay

Guadagna consensi Montevideo, la capitale dell’Uruguay. Dal 2010 il paese del Sud America, ha incrementato considerevolmente le sue quotazioni. La meta è scelta sia da coppe etero che da quelle omosessuali perché, strano ma vero, complice la legalizzazione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso, il turismo arcobaleno è ben radicato nel tessuto sociale. I prezzi non sono esorbitanti, sono molto accessibili e, dopo Montevideo, è Colonia del Sacramento la città più richiesta. È patrimonio dell’Unesco ed offre natura, spiagge e tanta multiculturalità.

4.Spagna

La Spagna con la sua tradizione e gli usi e costumi unici nel suo genere, offre molte mete che saziano qualsiasi tipo di turismo e poi, essendo tra le prime nazioni ad aver regolarizzato i matrimoni omosessuali, è la meta ideale per una luna di miele male to male. È una fra le prime destinazioni friendly più gettonate di tutta Europa. C’è Madrid che come sempre offre sia la cultura che il buon cibo, e poi Valencia, Siviglia, Granata e per chi ha voglia di mare, ci sono le Isole Canarie. Basta solo scegliere la destinazione più consona.

3.Grecia

Secondo molte riviste di viaggi, tutto l’arcipelago è una meta molto richiesta, soprattutto dopo che la Grecia è uscita dalla disarmante crisi economica. C’è Atene che offre un turismo più culturale ma fuori dagli schemi, dato che in città si possono conoscere a fondo gli usi e costumi locali, e poi ci sono le isole come Zante, Corfù e Rodi. Al top, soprattutto nei mesi primaverili, resta Mykonos, prima isola LGBT.

2.Irlanda

Dublino resta una delle mete preferite per chi è in cerca di una luna di miele fatta di cultura e di grandi scoperte. La capitale dell’Irlanda guadagna terreno e si posiziona tra le destinazioni più richieste: sia per i costi della vita molto ragionevoli (anche se la cucina è molto più cara rispetto a quella italiana), ma anche per il fattore curiosità. Diverse culture vivono nella stessa città, antico e moderno si fondono senza far rumore, condividendo lo stesso spazio. Interessanti i tour organizzati per impervie escursioni.

1.Canada

Resta la nazione extraeuropea più queer di sempre, è all’avanguardia su tutto: su lavoro, economia, trasporti e lifestyle. Tante sono le destinazioni da scegliere e che possono essere opzionabili. Da Quebec City fino alla più moderna Toronto, ma impossibile non visitare il Banff National Park e le Cascate del Niagara. I tour operator consigliano di organizzare un viaggio in Primavera dato che, in Canada, gli inverni sono piuttosto rigidi-

Related Posts

Black Eyed Peas_b Parole e Dintorni Alex Molla
I Black Eyed Peas tornano con un nuovo progetto discografico!
Vacanza di Primavera a Dublino, capitale LGBT dell’Irlanda
Puglia: la meta LGBT dove puoi festeggiare il Carnevale