fbpx
mercoledì, Agosto 21, 2019

Capo Santa Fortunata: il vostro hotel gay-friendly a Sorrento

Capo Santa Fortunata significa mare, campagna e relax. Siete pronti per un weekend romantico o avventuroso sulla Penisola sorrentina? Noi di Quiiky ci siamo stati ed ecco la nostra guida su una degli hotel gay-friendly più belli d’Italia.

capo santa fortunataUna perla sul Tirreno

Dall’amore, e dall’amicizia, prende il nome questa meravigliosa meta conosciuta in tutto il mondo come Sorrento, la città dall’incredibile bellezza e per le sue tradizioni, di destinazione del sud Italia, adagiata su uno dei tratti più belli al mondo, la Penisola sorrentina. Prima tappa appena scesi dalla Circumvesuviana è il corso Italia, la chiesa del Carmine, piazza Torquato Tasso e le mille botteghe di frutta e souvenir dalle mille sfumature diverse. Visitate la Villa Comunale e poi il chiostro di San Francesco, e poi le spettacolari discese al mare e tanto altro ancora. In fondo, questa è una città gay-friendly.

Capo Santa Fortunata

A soli pochi chilometri dal centro di Sorrento si raggiunge un’altra perla della Penisola sorrentina: Capo Santa Fortunata. Le sue stanze, affacciate sul golfo, sono da sempre amatissime dai viaggiatori LGBT* di tutto il mondo. Capo Santa Fortunata, ammirata dal vostro terrazzo privato, vi regalerà un’atmosfera invitante e vi inviterà a fotografare nei vostri cuori questo meraviglioso tratto di costiera. Fateci un salto per un weekend anche solo per godervi bellissime passeggiate e percorsi naturalistici.

Creazioni straordinarie

Lo scoprirete quando sarete lì, ma a Capo Santa Fortunata c’è un orto ricco di ortaggi che potrete ammirare e assaggiare durante il vostro soggiorno. Visiterete tratti dove spesso il profumo del mare incontra la tradizione, di una famiglia, che ha trasformato nel tempo l’ospitalità in casa, accoglienza e condivisione, partendo proprio dai sapori e dai frutti della terra, che ora sono diventati punti cardini di un albergo che fa vivere il territorio e che fa sentire l’ospite come un locale del posto, beh, oggi lo chiamiamo turismo esperienziale. Pomodori, Uva, Olio, Melanzane e Zucche di ogni grandezza e specie. Uno spettacolo nello spettacolo, da non perdere!

capo santa fortunata

Merita un tuffo

Siete arrivati a Capo Santa Fortunata? Bene, non dimenticate il costume. Da una stradina laterale alla struttura, si accede a une delle attrazioni più richieste dai viaggiatori LGBT* di tutto il mondo: i bagni della Regina Vittoria. Si tratta di una località unica al mondo, in cui l’acqua prende il colore dello smeraldo. La brezza del mare, il leggero suono delle onde e il sole settembrino faranno di questa meta un paradiso da non voler lasciare più!

Perché è l’hotel gay-friendly!

La marcia continua ma per l’ultima tappa del vostro soggiorno al Capo Santa Fortunata di Sorrento, che incontrerete se deciderete di alloggiare per un lungo soggiorno oppure un breve weekend  è il suo team, la squadra che vi accoglierà sin dai vostri primi passi. Rimarrete ammaliati, sorriderete, e diventerete parte di una sola famiglia, dove a fare da padrona sono l’ospitalità e il piacere di un’incantevole chiacchierata fatta a tavola, davanti ad un buon caffè oppure ad un ottimo limoncello. Innamoratevi, come è successo a noi di Quiiky, di questa perla gay-friendly affacciata sulla splendida Sorrento.

 

 

Related Posts

Brighton | La capitale LGBTQ+ del Regno Unito
Un paese Gay friendly tutto da scoprire: l’Argentina
vacanze 2019
Vacanze 2019: tutte le tendenze gay-friendly che aspettavamo