fbpx
sabato, Ottobre 19, 2019

In castigo sul mar Nero?!

Succede a Padova dove dei genitori costringono il proprio figlio omosessuale ad andare a vivere sul Mar Nero da alcuni parenti. Infatti dopo averlo insultato, picchiato e averlo costretto ad abbandonare gli studi lo hanno buttato fuori di casa, allontanandolo dall’Italia perché non gli andava proprio giù la relazione che il foglio aveva con un ragazzo. Infatti il povero ragazzo bulgaro aveva intrapreso una relazione omosessuale con un ragazzo italiano. Saputi i fatti la Procura della Repubblica di Padova ha chiesto il processo per la coppia di genitori bulgari e una terza persona, loro connazionale, e le accuse sono di sequestro di persona, lesioni e violenza privata.