fbpx
domenica, Agosto 25, 2019

Atto di OMOFOBIA a Feltre, esponente della comunità LGBTQ+ aggredito

Pier Pellencin, modello ed esponente della categoria LGBT, aggredito verbalmente a Feltre (provincia di Belluno in Veneto) da due ragazzi chiaramente omofobi.

Così scrive e ci racconta Pier Pellencin, modello ed esponente della categoria LGBT, in una nota riflettendo su quanto accadutogli ieri a Feltre mentre passeggiava per conto suo quando è stato aggredito verbalmente da due ragazzi chiaramente omofobi. Con fare da bulli hanno iniziato a sbeffeggiarlo con i peggiori insulti costringendolo ad andare via per evitare che la situazione peggiorasse. In questo mondo d’oggi è molto difficile essere se stessi perchè molte persone, che sono ferme ancora al Medioevo, non accettano che si possa amare qualcuno dello stesso sesso.

Chi siamo noi per giudicare gli altri? Nessuno!
Una persona ha il diritto sacrosanto di essere ciò che vuole, di amare chi vuole senza venire schernito e aggredito mentre passeggia tranquillamente per la via.

Credetemi. Ho sprecato anni della mia gioventù a cercare di cambiare perché persone che amavo e rispettavo se lo aspettavano da me. Non volevo affrontare quella che all’epoca sembrava un’eternità di ostracismo, astio e solitudine. Ho provato e provato. E ho fallito. Ho impiegato tanto tempo a comprendere che essere chi sono non mi avrebbe portato a questo destino….mentre odiarmi per quello che sono lo avrebbe fatto. Infine, ho imparato che essere omosessuale è un carattere innato non diverso dall’altezza o dal colore dei capelli. Dopotutto, se non lo fosse, non credete che secoli di profondi sforzi per liberarne l’umanità avrebbero dato almeno qualche piccola soddisfazione? Eppure discutiamo ancora della stessa questione.

Questo ci dimostra che la civiltà non si è ancora evoluta, questo è davvero grave perchè siamo nel 2019 e non abbiamo fatto ancora alcun salto in avanti. Complice anche il fatto di aver esasperato sia da una parte che dall’altra la visione del diverso, di chi deve avere più diritti, quando invece basta pensare che siamo tutti figli dello stesso cielo.

Chi aggredisce sia verbalmente che fisicamente una persona che reputa diversa da lui è solo perchè in realtà è insicuro e ha paura di qualcosa che non conosce. Invece di aggredire, imparate a conoscere queste persone, potreste scoprire che in realtà hanno tanto da dare, potreste trovare un nuovo amico. 

Related Posts

POLONIA| IKEA licenzia un dipendente anti-LGBTQ+
Gay dovete morire: ultima aggressione omofoba a Milano
Sultano del Brunei: gli omosessuali non saranno uccisi