fbpx
mercoledì, 27 Maggio, 2020

Artemisia Gentileschi alla National Gallery di Londra

Reading Time: < 1 minute

La vita e l’arte della pittrice in mostra

La ormai celebre pittrice italiana Artemisia Gentileschi (1593 – 1653) vanta, soprattutto negli ultimi venti anni, un grande interesse suscitato nel pubblico delle mostre e nei critici.

Questa mostra, attraverso l’esposizione di capolavori come due delle sue più celebri versioni di Giuditta e Oloferne e la presentazione di documenti di recente scoperta, ci restituisce la viva figura di una pittrice di straordinaria intensità (il suo stile eclettico oscillava armonicamente tra Caravaggio e Barocco). La Gentileschi, all’epoca in cui visse, fu percepita come qualcosa di straordinario, raro, ma anche curioso, quale può essere una donna che svolge una professione di solito pensata come appannaggio del mondo maschile.

 

Artemisia

4 aprile – 26 luglio 2020

Sainsbury Wing, National Gallery di Londra

www.nationalgallery.org.uk

 

 

Artemisia Gentileschi, ‘Self Portrait as the Allegory of Painting (La Pittura)’, about 1638-9. Royal Collection Trust / HM The Queen (RCIN 405551). Royal Collection Trust / © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019

Artemisia Gentileschi, ‘Self Portrait as a Lute Player’, about 1615-17. Wadsworth Atheneum Museum of Art, Hartford, Connecticut. Charles H. Schwartz Endowment Fund 2014.4.1 © Wadsworth Atheneum Museum of Art

Artemisia Gentileschi, ‘Judith and her Maidservant’, about 1623-5. The Detroit Institute of Arts, Detroit, Michigan. Gift of Mr. Leslie H. Green (52.253) © The Detroit Institute of Arts

Artemisia Gentileschi, ‘Judith beheading Holofernes’, about 1612-13. Napoli, Museo e Real Bosco di Capodimonte (Q378) © ph. Luciano Romano / Museo e Real Bosco di Capodimonte 2016

Related Posts

Marina Abramović a Napoli dal 5 settembre
I nuovi supereroi secondo Banksy
“Festa per il compleanno del caro amico Harold” in streaming