fbpx
martedì, Agosto 20, 2019

Antonello da Messina a Milano

Palazzo Reale espone diciannove dei trentacinque dipinti di Antonello

 

Questa mostra riunisce diciannove delle trentacinque opere che oggi si possono attribuire ad Antonello da Messina (1430 – 1479), pittore siciliano tra i massimi esponenti dell’arte del Rinascimento europeo.

Europea è certamente la dimensione stilistica degli esiti raggiunti da Antonello nella sua pittura, il risultato dei suoi spostamenti da Messina e dei suoi eterogenei interessi capaci di fargli assorbire diverse novità cosmopolite presenti a Napoli (al tempo sintesi delle rotte mediterranee: il pittore poté lì conoscere l’arte fiamminga, spagnola, borgognona, oltre che le scuole italiane) o a Venezia, città dove Antonello, che vi giunse già maturo, oltre a prendere lasciò qualcosa.

Ed è in questo modo che Antonello opera una sintesi perfetta tra la visione centrale e prospettica italiana e quella nordica, portatrice di un nuovo senso della luce e di una lenticolare descrizione del reale.

Palazzo Reale presenta un percorso artistico conciso e estremamente denso che attraversa la carriera del pittore siciliano con la presenza di quasi tutte le tipologie e i generi che lo resero celebre e ricercato già in vita: dai polittici ai dipinti devozionali, dagli enigmatici e “fotografici” ritratti (come quello detto “Trivulzio”, capolavoro di realtà e indagine psicologica), fino a capolavori simbolo del Rinascimento come il San Girolamo di Londra, dove l’intelletto (il santo è appunto presentato come un umanista intento a studiare) domina prospetticamente e razionalmente lo spazio, e l’Annunziata di Palermo, dove volumi di estrema e geometrica tornitura riescono a comunicare il “dramma” grazie alla luce che fa emergere la figura da un sfondo scuro.

Ad accompagnare il visitatore in un’inedita “riscoperta” di Antonello ci sono i disegni di Giovanni Battista Cavalcaselle (1819 – 1897), storico dell’arte italiano che fu uno dei primi ad interessarsi al pittore siciliano con l’intento di studiarne le tappe cercando di carpirne i motivi essenziali.

Questi disegni, pieni di appunti e informazioni, si pongono come documentazione quasi scientifica per analizzare aspetti attributivi, nonché stilistici e tecnici del catalogo del pittore.

 

ANTONELLO DA MESSINA
Milano, Palazzo Reale
21 febbraio – 2 giugno 2019

www.mostraantonello.it

 

Antonello da Messina, San Girolamo nello studio, The National Gallery, Londra

Antonello da Messina, Annunciata, Galleria Regionale Sicilia Palazzo Abatellis, Palermo

Antonello da Messina, San Girolamo nello studio, The National Gallery, Londra

Antonello da Messina, Ritratto di Giovane, Philadelphia Museum of Art

Antonello da Messina, Ecce Homo, Collegio Alberoni, Piacenza

Related Posts

nina zilli, festival mix, lgbt
12.000 spettatori al Festival Mix Milano: un’edizione da record (anche noi c’eravamo)
Gay dovete morire: ultima aggressione omofoba a Milano
“Il nudo maschile nella fotografia e nella moda” di Leonardo Iuffrida