fbpx
giovedì, Luglio 18, 2019

Angelo aggredito verbalmente al congresso della famiglia

Angelo e il suo compagno stavano per essere bruciati vivi perché gay

Durante il congresso della famiglia davanti a Palazzo Gran Guardia, Angelo viene aggredito verbalmente da un uomo che gli ha urlato contro: “Comunista di m..! Stai zitto, ricordati che sei a Verona! Cane randagio!”. L’uomo successivamente ha raccontato alle telecamere di Servizio Pubblico la sua storia. Infatti lui e il suo compagno erano già stati aggrediti l’11 agosto scorso proprio nella stessa piazza, con botte e insulti, perché camminavano mano nella mano. Successivamente, un mese più tardi, alcuni individui sono andati a casa della coppia e  stavano per bruciarli vivi. Hanno buttato 30 litri di benzina e hanno provato a colpirli in faccia. Sui muri hanno lasciato svastiche e scritte: “Culattoni bruciate” e “Vi metteremo tutti nelle camere a gas”.

Inoltre Angelo dice: “Il sindaco non ci tutela. Sette giorni prima ci era arrivato un volantino in cui si diceva che i gay e le lesbiche dovevano essere uccisi.”

https://www.youtube.com/watch?v=NNC-BlRktVU

Video dell’episodio di omofobia verificatosi a Verona in occasione del congresso della famiglia.

Sete appassionati di viaggi e non sapete ancora quale saranno le prossime tendenze del 2019? Acquistate la rivista e preparatevi a vivere anche ad alta quota le ultimissime tendenze del mondo LGBTQ.

Ecco dove puoi leggere il numero!

Leggi il nuovo QMagazine dedicato alla città più libera e colorata del mondo!

Clicca culla COVER per ordinare il tuo numero di QMagazine!